Skip to content

Batman bianco & nero

15 luglio 2009

1 moebius

Batman Bianco & Nero

Negli ultimi anni, i confini fra fumetto popolare e fumetto d’autore sì sono progressivamente assottigliati, fino a diventare sempre più fragili e inconsistenti. Artisti dei calibro di Alan Moore Frank Miller saltabeccano con nonchalance dalle testate più vendute ai progetti più cervellotici, e anche un mostro sacro come Moebius – dopo secoli di sciovinismo tipicamente gallico – ha finito per cedere alle lusinghe dei genere supereroistico. Forse è un segno dei tempi: dopo secoli di indifferenza, di ghettizzazione, di accuse stupide e ingiustificate, i grandi numi dei comic book a stelle e strisce stanno tornando a imporsi come dei personaggi a tutto tondo – gli unici veri epigoni dei grandi eroi dei mito classico. La DC Comics può essere considerata la principale artefice dei rinascimento supereroistico: negli ultimi anni, la gloriosa publishing house newyorchese ha portato sugli scaffali l’epopea cupa e disperata di Watchmen, lo splendido Ronin, e molti altri supermen biricchini e laterali, che hanno ridefinito il ruolo degli eroi in costume preparandoli all’appuntamento con il terzo millennio. E in cima ai pensieri della DC Comics, naturalmente, c’è Batman.

Il buon vecchio Dark Knight sta vivendo la sua seconda giovinezza. Mentre scrivo, Joel Schumacher sta preparandosi a girare il quarto kolossal sul Cavaliere Oscuro; l’Uomo Pipistrello è il personaggio più venduto della DC, il più amato, il più coccolato, il più interessante. Non c’è da stupirsi, quindi, che i dirigenti della nostra major preferita gli abbiano dedicato il progetto che stiamo per presentarvi – un progetto ambizioso, che farà la gioia di tutti gli amanti dei fumetto di qualità. Batman: Bíanco e Nero non è un albo supereroistico come tanti altri. E’ un’antologia di short stories, una miscellanea di racconti brevi, accomunati da un unico comune denominatore – il bianco e nero, appunto.

Il menù è molto ricco: si va dal segno arcigno dei grande Joe Kubert, alle circonvoluzioni espressionistiche di Ted Mc Keever, all’atmosfera jazzy di José Munoz, al tratto sorprendentemente piccante di Bruce Timm. E questo non è che l’inizio: nei prossimi numeri di questa splendida miniserie verranno a trovarci altri grandi autori dei comicdom internazionale, tutti pronti a misurarsi con l’ombra junghiana dei Cavaliere Oscuro, Per la prima volta nella storia, una miniserie in bianco e nero ve ne farà vedere di tutti i colori. E con i tempi che corrono, non è poco.

Andrea Voglino, agosto 1996

GALLERIA (clicca sull’immagine per ingrandirla)

2 michael allred3 alex ross4 Neal Adams

  1. Batman
  2. Gotham City
  3. Il ritorno del Cavaliere Oscuro
  4. Batman Forever
  5. Arkham Asylum5 Tony Salmons6 Michael w. kaluta7 frank Miller8 alex toth9 Barry W. smith10 jim lee11 p graig russell12 Marc silvestri

No comments yet

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: